Subtotale: 0,00


Nessun prodotto nel carrello.

Seleziona una pagina

Come fare appassionare le persone alla tua storia

Perchè raccontare una storia, ma soprattutto perchè a qualcuno dovrebbe importare?

Che si parli di brand, artisti, persone o prodotti, è sempre ciò che si narra il protagonista, non chi lo racconta.

Perchè parlare di interesse personale o collettivo?

Ci interessiamo quando siamo partecipi di qualcosa. Per questo lo storytelling è divenuta l’arte più redditizia dell’epoca contemporanea.

Ricordate quando eravate bambini e per coinvolgervi vi raccontavano storie? È quello che ogni giorno le imprese, i media o i personaggi pubblici fanno per catturare la nostra attenzione.

Bene, approfondiamo.

Creatività VS Marketing

Da sempre i migliori creativi, si sono confrontati con l’advertising.

Se all’epoca dei nostri nonni, il motto impara l’arte è mettila da parte, fosse molto in voga, con il finire dei ’70 e l’esordio degli yuppies tutto cambiò.

La superimposizione del modello capitalista rese necessario vendere tutto, a tutti, ad ogni costo.

Chi meglio dei creativi/artisti poteva interpretare nella giusta forma estetica la bellezza, anche se trattasi di prodotti o servizi che, per definizione, non possiedono questa qualità?

Arte VS Pubblico

I ricercatori della grazia hanno sempre avuto un ego smisurato. Spesso associato ad una spiccata sensibilità umana.

Ma l’arte nel migliore dei casi è sempre stato veicolo dell’espressione del se, non dell’espressione collettiva.

Può rappresentare l’aspetto di un’epoca storica, sociale. Ma sempre partendo dall’esigenza di manifestare il proprio io (interconnesso al mondo esterno: io rappresento il mondo che mi circonda, noi insieme, un movimento).

Quando una storia piace

Una storia assume un senso per il pubblico quando questo si sente rappresentato. Se entra a farne parte. Se l’esternazione dell’artista (libidine personale), incontra la necessità pubblica (libidine collettiva), perchè tocca un tema a lei cara.

Non è mai un caso. C’e sempre una interdipendenza tra espressione e ricezione, tra chi crea e chi percepisce, e viceversa.

Beyoncè, Coca Cola & Bloggers

Le aziende, gli artisti, le persone, sono brand. Non c’è distinzione nel mercato odierno. I marchi per essere riconoscibili raccontano storie, hanno una purpose, perchè la gente vi si riconosca.

Beyoncè si dimena,  a suon di sculettate, per l’affermazione del girl-empowerment.

La Coca Cola riesce da più di 50 anni ad appassionarci con le sue novelle (pubblicità). E parliamo di una bevanda zuccherata (come amava definirla Steve Jobs), non di un libro di Stephen King.

Le risorse definiscono i presupposti, o meglio li creano, nel mercato mainstream. Un mezzo che invece tutti abbiamo potenzialmente è l’utilizzo di qualsiasi piattaforma social, per far sentire la nostra voce.

Scrivere di un tema che conosciamo per affermare la nostra autorità in materia, e nel contempo farci conoscere. Una sorta di content marketing accessibile a tutti.

Ti parlo di ciò che ti interessa, ti fornisco le mie competenze gratuitamente, e nel contempo ti fidelizzo. Un pò come il carosello di una volta: incantava grandi e piccini davanti lo schermo, e nel contempo suscitava interesse nel prodotto (storytelling).

Che senso dare oggi all’arte?

Se abbiamo detto che viene principalmente usata come forma di intrattenimento / cultura, o applicata a strumenti di comunicazione aziendali, esistono forse nuove oppurtunità?

È necessario pensare diversamente, nell’epoca dell’omologazione.

JR: l’uomo che sussurava ai palazzi

Uno spunto di riflessione da una TED Conference.

Può l’arte stravolgere il mondo (e il modo) in cui viviamo (non puramente in senso estetico)?

Un esempio di dialogo

JR lo ha creato. O almeno ci sta provando.

È partito dall’espressione del se, per arrivare a stimolare domande / risposte, atte a porre attenzione socio-politica, attraverso bellezza e condivisione.

Ha incollato letteralmente centinaia di gigantografie (in gran parte da lui scattate, ma non solo), coinvolgendo comunità locali in Africa, Brasile, Europa, India.

Epilogo

Un grande progetto di marketing per il suo brand? Un’esternazione iper-amplificata del suo ego artistico?

Non è questo ciò che conta.

Il suo esempio restituisce funzionalità al termine creatività. Ponendo l’accento non sul profitto, ne sul consenso, ma sulla collettività. Arte non più finalizzata a vendere prodotti o servizi, o a metterci in mostra.

Se hai un dono, delle abilità, devi farne tesoro. La cosa più scontata del mondo.

Nulla di male nel realizzare opere per il desiderio (personale) di sentirsi espressi o auto-realizzarsi. Ma serve qualcosa in più.

Perchè non affiancare la tua libidine personale ad una libidine collettiva?

Qualcosa che possa fare la differenza. Qualcosa per cui la comunità ti ricorderà.

Latest From The Blog

I veri artisti non muoiono di fame

I veri artisti non muoiono di fame

Chi segue i miei articoli sa che parlo di tools, strategie e mindset per raggiungere traguardi creativi e di business. Non sono un mentor. Non sono un guru. Semplicemente un content creator, che raccoglie esperienze dirette e indirette, successi e insuccessi e li...

leggi tutto

COACHING

Vuoi parlare direttamente con me, per definire i passi da intraprendere per ottimizzare o scalare la tua carriera creativa? Le sessioni 1 on 1, sono studiate appositamente per tutti quei creativi o artisti, che come te, vogliono ampliare il proprio personal brand, aumentare la produttività e incrementare i loro guadagni.

DIVENTA UN CREATOR PROFESSIONISTA. SCALA LA TUA CARRIERA

Se sei stanco di una vita mediocre e ripetitiva, ami la creativitá, viaggiare per il mondo, e vuoi iniziare a guadagnare solo con un laptop e una connessione internet? Leggi il mio libro ARTISTREVOLUTION, acquisisci il mindset e le strategie per trasformare la tua creatività in un lavoro. Cambia il tuo futuro a partire da oggi.

PORTA IL TUO BRAND AL LIVELLO SUCCESSIVO

PHOTOGRAPHY / VIDEOMAKING

COACHING

AUDIO PRODUCTION

Sei un freelancer / personal brand / azienda e vuoi scalare il tuo business, sviluppando una strategia e dei contenuti multimediali di altissima qualità?

GIULIANO

DI PAOLO

Sono un content creator Italiano. Attraverso la creazione di new media e formazione, aiuto i brands a migliorare il loro posizionamento sul mercato; ispiro le persone a migliorare la propria vita e scalare la propria carriera creativa.

My Newsletter

RICEVI GRATUITAMENTE I MIEI PROCESSI FORMATIVI, RISORSE E CASI STUDIO PER TRASFORMARE IL TUO MINDSET, DIVENTARE UN CREATOR PROFESSIONISTA, E CAMBIARE LA TUA VITA OGGI!

Ti sei iscritto con successo :)

Pin It on Pinterest