Subtotale: 0,00


Nessun prodotto nel carrello.

Seleziona una pagina

Tutto ciò che sai sul successo è falso

Cos’è il successo? Come definirlo?

Chi lo ambisce? Come ottenerlo?

  1. Oltre ad essere il participio passato di succedere, il termine indica un risultato favorevole nell’ambito di attività professionali / personali.
  2. Solitamente è meta di chi ambisce gloria, potere, ricchezza.
  3. A volte seguendo principi morali, altre calpestando tutto ciò che ostacola il suo conseguimento.

Ora sfatiamo queste tre risposte.

  1. Successo non è (solo) il consenso che riceviamo dall’esterno, ma soprattutto il conseguimento degli obiettivi che ci siamo preposti (di cui spesso i più non sono a conoscenza).
  2. Lo ambiamo non per sentirci lodati, ma come naturale percorso di crescita personale e lavorativo.
  3. Lo otteniamo solo se i nostri scopi coincidono con un progetto più ampio. Non solo l’unico a guadagnare qualcosa, la comunità cui appartengo deve ugualmente trarne vantaggio. Il mio contributo è un granello. Il nostro una spiaggia.

Popolarità

Troppo spesso successo è sinonimo di: famoso, celebre, noto, in voga, in auge. La nostra cultura identifica il successo con la celebrità. È il presupposto ad essere sbagliato.

Persone con percorsi straordinari, opere eccellenti vengono per lo più ignorate dalla cultura mainstream.

È evidente che per cercare il bello dobbiamo essere educati (o auto- educarci) alla bellezza, e in seguito impegnarci a cercarla. E non limitarci ad essere spettatori passivi di una cultura in declino.

Talenti

Il problema più grande del binomio successo-popolarità è che crea malattie sociali, oltre che ambizioni con premesse sbagliate.

Genitori che spingono i figli a vivere il successo come una destinazione e non un percorso. Questa deformazione di costume ha generato talent, reality e affini (e viceversa) finalizzati a farci credere che il risultato non sia il conseguimento di un cammino inesauribile, quello della crescita, ma sia invece immediato; conseguenza della visibiltà mediatica.

Che se ne parli male, purchè se ne parli.

La celebrità è un’invenzione della nostra epoca. O meglio non esattamente. Ci sono sempre stati personaggi nella storia che hanno avuto maggiore risonanza di altri. Per gesta eroiche, imprese improbabili, invenzioni rivoluzionarie o opere memorabili.

Ma oggi il concetto si è ribaltato.

Non faccio cose perchè ho l’ambizione di lasciare il mio contributo, di cambiare il mondo o di risolvere problemi della mia epoca. Oggi le mie azioni sono rivolte a ottenere consenso.

Dalla TV (agonizzante), a YouTube (e affini), il concetto è sempre lo stesso: realizzare qualcosa che faccia parlare di me. Tutto qui.

Un pò riduttivo, non credi?

Misunderstanding

Dobbiamo ribaltare il suo concetto. Faccio ciò che amo e lo faccio al meglio. Quello che faccio contiene un messaggio e non è solo finalizzato al sentirmi apprezzato.

Che la cosa abbia risonanza o meno, poco importa.

Se prendo ad esempio le mie attività (videomaking / musica / blogging) non è tanto il prodotto che realizzo a gratificarmi, quanto il sentirmi dire: “mi hai davvero ispirato”. Non potrei sentire cosa migliore.

I modelli di riferimento arrivano spesso dalle biografie di grandi personaggi. I loro intenti non sono mai stati quelli di divenire noti, ma di compieri grandi azioni / gesta o creare cose (opere d’ingegno / d’arte) che potessero in qualche modo avere un impatto sociale o culturale, o che comunque gli consentissero di esprimere creatività, intelligenza, impegno.

Discese ardite

Quando il percorso ha una sua coerenza, il risultato è inevitabile. Ma non aspettare che gli altri ti diano il permesso di andare avanti o che apprezzino la tua lucida follia.

Abbiamo dimenticato che il percorso conta infinitamente più del risultato.

Se per te è importante, prosegui: ne uscirai indubbiamente arrichito. Sempre che eviti le scorciatoie!

Latest From The Blog

I veri artisti non muoiono di fame

I veri artisti non muoiono di fame

Chi segue i miei articoli sa che parlo di tools, strategie e mindset per raggiungere traguardi creativi e di business. Non sono un mentor. Non sono un guru. Semplicemente un content creator, che raccoglie esperienze dirette e indirette, successi e insuccessi e li...

leggi tutto

COACHING

Vuoi parlare direttamente con me, per definire i passi da intraprendere per ottimizzare o scalare la tua carriera creativa? Le sessioni 1 on 1, sono studiate appositamente per tutti quei creativi o artisti, che come te, vogliono ampliare il proprio personal brand, aumentare la produttività e incrementare i loro guadagni.

DIVENTA UN CREATOR PROFESSIONISTA. SCALA LA TUA CARRIERA

Se sei stanco di una vita mediocre e ripetitiva, ami la creativitá, viaggiare per il mondo, e vuoi iniziare a guadagnare solo con un laptop e una connessione internet? Leggi il mio libro ARTISTREVOLUTION, acquisisci il mindset e le strategie per trasformare la tua creatività in un lavoro. Cambia il tuo futuro a partire da oggi.

PORTA IL TUO BRAND AL LIVELLO SUCCESSIVO

PHOTOGRAPHY / VIDEOMAKING

COACHING

AUDIO PRODUCTION

Sei un freelancer / personal brand / azienda e vuoi scalare il tuo business, sviluppando una strategia e dei contenuti multimediali di altissima qualità?

GIULIANO

DI PAOLO

Sono un content creator Italiano. Attraverso la creazione di new media e formazione, aiuto i brands a migliorare il loro posizionamento sul mercato; ispiro le persone a migliorare la propria vita e scalare la propria carriera creativa.

My Newsletter

RICEVI GRATUITAMENTE I MIEI PROCESSI FORMATIVI, RISORSE E CASI STUDIO PER TRASFORMARE IL TUO MINDSET, DIVENTARE UN CREATOR PROFESSIONISTA, E CAMBIARE LA TUA VITA OGGI!

Ti sei iscritto con successo :)

Pin It on Pinterest